Presbiopia

Interventi oculistici per casi di presbiopia a Poggibonsi

La presbiopia è la naturale perdita della messa a fuoco da vicino e inizia solitamente a manifestarsi tra i 40 e 50 anni. È dovuta alla progressiva incapacità del cristallino di cambiare curvatura e quindi di modificare il fuoco da vicino a lontano a seconda della necessità.

La correzione chirurgica della presbiopia con interventi oculistici mirati è possibile. Tuttavia, al di là delle informazioni pubblicitarie entusiastiche (ed esagerate) che spesso si leggono nelle pubblicazioni del settore, questi interventi oculistici richiedono un tempo di adattamento e un compromesso: bisogna sacrificare un minimo alla visione da lontano (in uno solo dei due occhi) per poter migliorare la visione da vicino (per esempio leggere un libro) e nelle distanze intermedie (per esempio lavorare al computer). Inoltre in condizioni di scarsa luce o per attività da vicino particolari (come infilare l'ago) o prolungate può rendersi comunque necessario l'uso di occhiali.

Micro-monovision

Disegno medico di occhi affetti a micro-monovision
La micro-monovision è una soluzione indicata quando in un presbite coesiste un difetto di miopia, ipermetropia o astigmatismo.
Si basa sul fatto che la maggior parte di noi ha un occhio dominante, così come abbiamo una mano che usiamo di più. Con il laser (femto-Lasik o PRK) l'occhio dominante viene corretto in modo da avere una visione da lontano e intermedia; l'altro occhio (non dominante) viene invece corretto per la visione vicina e intermedia. 

Dopo un periodo di adattamento variabile, il cervello riesce a fondere le due immagini e a utilizzare la visione alle varie distanze. È un intervento molto semplice e non ha costi aggiuntivi rispetto al trattamento laser della miopia e dell'ipermetropia. Inoltre, in caso di insoddisfazione, questo tipo di interventi oculistici può essere facilmente ricorretto con il laser, portando anche l'occhio non dominante alla visione da lontano.
Per informazioni, richiedi una consulenza scrivendoci al 
Share by: